Teorema Servizi Benessere Mazzano Brescia

Letti e Argenta



Magnetoterapia





TERAPIA DEL RIPOSO

 


Collezione Petali





Air Piuma





Acqua
 

Nell'acqua minerale in bottiglia sono consentite per legge più sostanze inquinanti rispetto all'acqua del rubinetto. A seguito di analisi di diverse acque in bottiglia, c'è stato un ammonimento da parte della C o m m i s s i o n e d e l l ' U n i o n e Europea nel febbraio 2000 perché i valori massimi previsti per alcune sostanze tossiche e indesiderabili nelle acqueminerali italiane erano superiori alle norme imposte a livello Comunitario. Da allora nulla è cambiato…

 

L'Organizzazione Mondiale della Sanità e lo SCHER (Scientic Committee on Health and Environment Risks), hanno infatti stabilito che 50 microgrammi di arsenico per litro sono troppi, e che se l'Italia non rispetterà il divieto e continuerà a destinare queste acque all'uso potabile, subirà un procedimento da parte della Corte di Giustizia Europea.

 

CHE COSA RISCHIANO I CONSUMATORI, IGNARI DI CIÒ CHE SI NASCONDE DENTRO LA BOTTIGLIA?

1) Quantità 5 volte superiori di Arsenico;

2) Bottiglie di plastica cancerogene perché rilasciano Bisfenolo A (BPA). Nel 2011 nell'Unione Europea è stata proibita la produzione e la commercializzazione di biberon per l'infanzia che contengolo BPA;

3) Costi per litro fino a mille volte in più rispetto all'acqua del rubinetto.


QUANTO INQUINAMENTO PER PRODURRE E BERE ACQUA MINERALE?
 

Statunitensi e Italia in testa, seguiti a ruota dal resto dei Paesi industrializzati, bevono sempre di più acqua in bottiglia.

QUANTO CONTRIBUISCONO AL DETERIORAMENTO DELL'AMBIENTE?
 

Todd Jarvis della Water Resorces Graduate Program alla Oregon State University (Usa) spiega che ogni anno per produrre 154 miliardi di bottiglie di acqua minerale si consumano: 81 milioni di litri di petrolio e 600 miliardi di litri di acqua (necessari per la lavorazione della plastica).


Per produrre 1 chilo di Pet, la plastica usata per le bottiglie, sono necessarie:

1) poco meno di 2 kg di petrolio

2)17 litri di acqua, la cui lavorazione rilascia nell'atmosfera 2,3 kg di anidride carbonica.
Ti sei mai chiesto come mai…

 

Se prendiamo l'acqua da una sorgente di montagna e la imbottigliamo, dopo qualche settimana puzza e dopo qualche mese crescono le alghe, mentre l'acqua in bottiglia può restare tale per anni senza mai decadere?... Si calcola che soltanto il 20% sia acqua realmente sorgiva, e anche quest'ultima non sempre è priva di sostanze contaminanti. Molte acque minerali in bottiglia subiscono processi di ltrazione, distillazione e osmosi inversa, lo stesso che potresti fare direttamente dall'acqua del rubinetto di casa tua ad un costo decisamente più basso!!

 

L'acqua potabile è una risorsa naturale primaria destinata al consumo, permettendo la sopravvivenza degli esseri viventi e le fondamentali attività umane.

 

I processi di potabilizzazione permettono di migliorare le proprietà dell'acqua rendendola potabile – classico esempio è l'aggiunta di cloro come disinfettante; allo stesso tempo

il calcio viene introdotto per alzare il pH e salvaguardare l'integrità dei tubi dalla corrosione.

 

Ma nonostante questo l'acqua dei rubinetti non è a norma così alcune regioni tra cui Campania, Lazio, LOMBARDIA, Piemonte,Sardegna, Umbria, Veneto hanno adottato delle deroghe su un totale di 13 parametri: arsenico, boro, clorito, uoro, magnesio, nichel, nitrati, selenio, solfato, trialometani, tricloroetilene, vanadio, cromo.

 

Acqua in bottiglia

SAI VERAMENTE COSA BEVI?
 

QUANTE SONO E QUALI SARANNO LE CONSEGUENZE

PER LA SALUTE DELLA CITTADINANZA?
 

Secondo l'OMS, ASCII, ALTROCONSUMO, l'ARC (Agenzia Internazionale della Ricerca sul Cancro) l'ARSENICO è un cancerogeno di classe 1.

In ultimo il Dipartimento di Epidemiologia del Servizio Sanitario Regionale della Regione Lazio nello studio “Valutazione Epidemiologia degli effetti sulla salute in relazione alla contaminazione da ARSENICO nelle acque potabili nelle popolazioni residenti nei comuni del Lazio” afferma “…in conclusione, l'indagine evidenzia eccessi di incidenza e mortalità nei Comuni con livelli stimati per il periodo 2005-2010 per patologie associabili ad esposizione ad arsenico (tumori del polmone e della vescica, ipertensione, patologie ischemiche, patologie respiratorie, diabete).

 

CHE COSA POSSIAMO FARE PER LA NOSTRA SALUTE?
 

Esistono diversi tipi di sistemi per la pulizia dell'acqua:

 

MICROFILTRAZIONE

ULTRA FILTRAZIONE

NANOFILTRAZIONE

OSMOSI INVERSA

 

Pintinox



 

Privacy  |  Cookies Policy